Seleziona una pagina

Faq sul progetto

Cos'è il contributo una tantum?

Il contributo una tantum costituisce un adempimento contrattuale e, pertanto, è opportuno che le aziende conservino la documentazione relativa all’avvenuto versamento.

La circolare di Federmeccanica del 21 settembre 2021 prevede che il contributo aziendale una tantum per la formazione debba essere versato per il personale in forza alla data del 31/12/2020, considerando anche i dirigenti. Visto che per i dirigenti non si applica il CCNL dell’Industria Metalmeccanica e dell’installazione di impianti, è corretto versare il contributo di euro 1,50 anche per coloro che hanno la qualifica di dirigente?

Sì, è corretto versare il contributo anche per i dirigenti in quanto il CCNL fa riferimento al “personale in forza alla data del…”. Nel personale in forza sono compresi tutti i lavoratori dipendenti occupati a quella data

Inoltre, questa modalità di calcolo è coerente con l’impianto di MetApprendo che esclude un diretto collegamento tra singolo rapporto di lavoro e contributo per la formazione e conseguente non assoggettabilità ai fini fiscali e contributivi del contributo stesso e non determina alcuna incidenza sui trattamenti retributivi indiretti e differiti.

Il contributo viene calcolato sui lavoratori in forza al 31 dicembre 2020, e quindi includendo i dirigenti, i parttime, i contratti a termine, gli apprendisti etc. nel computo degli addetti.

Nel numero dei dipendenti in forza al 31/12/2020 bisogna indicare anche gli apprendisti?

Sì. Sono da includere nel computo anche i lavoratori con contratto di apprendistato, nelle sue varie tipologie.

Nel numero dei dipendenti in forza al 31/12/2020 bisogna indicare anche i lavoratori in somministrazione?

No, i lavoratori con contratto di somministrazione sono esclusi dal calcolo in quanto non sono dipendenti dell’azienda.

È necessario versare il contributo una tantum anche per i soci della società, gli amministratori e i tirocinanti?

No, i soci della società, gli amministratori (a meno che non rivestano la qualifica di dirigente) e i tirocinanti
non sono personale in forza e quindi non sono da considerarsi nella base di calcolo del contributo

Se una azienda si è costituita a gennaio 2021 – e dunque non aveva dipendenti prima di quella data – è tenuta ad iscriversi a MetApprendo e pagare il contributo una tantum?

L’iscrizione a MetApprendo, tramite il versamento una tantum valido per tutta la vigenza contrattuale è
propedeutica all’accesso al portale e alla fruizione dei servizi che saranno a disposizione. L’indicazione è quella
di aderire e di calcolare l’importo moltiplicando 1,50 euro per il numero delle persone in forza al momento
della registrazione.

Il contributo aziendale una tantum deve essere calcolato per i dipendenti in forza al 31/1/2020 anche se nel corso del 2021 questi dipendenti si sono dimessi o sono stati trasferiti presso altra azienda?

Sì, il contributo deve essere calcolato per i dipendenti in forza al 31/12/2020 anche se nel corso del 2021
questi sono diminuiti: tale data è stata presa come parametro esterno per calcolare il contributo.

Se un’azienda effettua già formazione ai propri dipendenti con enti formatori esterni, è obbligata ugualmente ad aderire a MetApprendo?

Si, è tenuta ad aderire a MetApprendo in quanto obbligo contrattuale stabilito dal CCNL 5 febbraio 2021.
Il contributo va erogato a prescindere se si effettua già formazione e verrà impiegato per mettere a
disposizione servizi che aiuteranno le aziende ad organizzare al meglio la formazione.

Inoltre, MetApprendo non sarà una piattaforma di formazione on line, piuttosto una piattaforma di servizi, quali, ad esempio, la registrazione della formazione effettuata tramite tecnologia blockchain e la possibilità di avere per ciascun lavoratore un dossier digitale relativo alla formazione effettuata

Le aziende iscritte quando e come potranno utilizzare la piattaforma MetApprendo?

Non appena i servizi per la formazione saranno disponibili sulla piattaforma MetApprendo, le aziende iscritte
saranno prontamente avvisate.

La piattaforma avrà un’area pubblica, con informazioni accessibili anche ai non iscritti e un’area riservata ai soli iscritti. L’area riservata conterrà: pillole formative su competenze tecniche di base, trasversali, digitali e linguistiche; uno strumento di registrazione della formazione effettuata tramite tecnologia blockchain.

MetApprendo non si propone di erogare corsi né funge da ente di formazione; svolgerà, invece, una funzione di orientamento e supporto all’organizzazione della formazione, in tali finalità rientra anche l’offerta di pillole formative

È possibile registrarsi a titolo di intermediario e procedere poi ad un inserimento massivo delle aziende assistite da consulenti delegati anziché dover eseguire singole iscrizioni aziendali?

No, al momento non è possibile procedere ad un inserimento massivo.

È necessario registrare le singole aziende affinché abbiano le proprie credenziali. Qualora la registrazione fosse effettuata da un intermediario, questi dovrà girare alle aziende assistite le credenziali generate.

Se l’azienda ha avuto una variazione di CCNL nel corso del 2021, è tenuta a versare il contributo?

Se un’azienda metalmeccanica è passata ad un CCNL di un altro settore, non è dovuto il versamento del
contributo.

Viceversa, se un’azienda utilizzava un altro contratto e in corso d’anno è passata al CCNL dell’Industria Metalmeccanica e della Installazione di Impianti, è tenuta a versare il contributo e potrà fare riferimento al numero di dipendenti in forza al momento dell’iscrizione a MetApprendo.

La contribuzione una tantum è obbligatoria anche per le aziende che non aderiscono ad associazioni territoriali?

Sì. La contribuzione è obbligatoria per tutte le aziende che applicano il CCNL dell’Industria Metalmeccanica e
della Installazione di Impianti a prescindere che aderiscano o meno ad associazioni datoriali.

Se è avvenuta una riorganizzazione societaria nel corso del 2021, si è tenuti al versamento una tantum e come è possibile calcolare il contributo?

Considerato che le società di nuova costituzione fruiranno dei servizi per la formazione, esse hanno la possibilità di iscriversi utilizzando il criterio dei “dipendenti in forza al momento dell’iscrizione”

Sull’importo una tantum, l’azienda è tenuta a pagare il contributo 10% di solidarietà?

No. L’azienda non è tenuta a pagare il contributo 10% di solidarietà. Gli importi versati non sono imponibili ai
fini fiscali e contributivi.

Se, in fase di registrazione, l’azienda non trova indicato nella lista presente il proprio codice attività come deve procedere?

Se l’azienda non trova nell’elenco esattamente il proprio codice attività, può utilizzare quello che più si
avvicina. Se non trova riscontro in nessuno di quelli riportati può utilizzare la voce “altro”.

Se, una volta generato il MAV, l’azienda si rende conto di aver sbagliato a generarlo può annullarlo?

No, i Mav generati erroneamente non si possono annullare, ma è possibile tralasciarli senza che si creino
problemi, generarne uno nuovo e pagare quello corretto. È importante conservare la ricevuta del pagamento.

Metapprendo

CF.: 96498760584

Indirizzo

P.le Benito Juarez, 14 - 00144 RM

Email

helpdeskmetapprendo@metapprendo.it